Restaurata l'Abarth 1000 Record del 1965

Dopo un accurato lavoro di restauro conservativo, l'Abarth 1000 Record del 1965 della collezione svizzera The Pearl Collection è tornata a Monza dove conquistò due record di velocità.

Affidata a Lopresto, l'auto è stata restaurata con una particolare attenzione alla conservazione della sua vernice originale, trattata con le tecniche già usate per il restauro della SCAT del 1913 e del prototipo Alfa Romeo Giulietta SZ e mutuate dal restauro delle opere d'arte. Il lavoro è stato completato con una accurata revisione meccanica e il ripristino dei loghi originali sulla carrozzeria, modificati negli anni.

Durante le ricerche correlate al restauro è stata anche svelata la storia dell'auto, erroneamente datata al 1960, e che al contrario fu completata nel 1965 per partecipare ad una sessione di record sulla pista di Monza. In questa occasione, con motore 750, conquisto due record di velocità (sui 500 metri e sul quarto di miglio) con alla guida Mario Poltronieri.

L'auto è ora esposta temporaneamente al Museo dell'Automobile di Torino.

 

Foto Federico Bajetti

URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS
URS